IL TRONO DI SPADE – VI Stagione I Episodio, di Jeremy Podeswa

//IL TRONO DI SPADE – VI Stagione I Episodio, di Jeremy Podeswa

IL TRONO DI SPADE – VI Stagione I Episodio, di Jeremy Podeswa

Jon Snow è morto. I Guardiani della Notte hanno ammazzato il loro Lord Comandante e solo pochi di loro, assieme al Lord delle Cipolle, ser Davos, ne rimpiangono la morte e ne reclamano la vendetta. Melisandre, la donna rossa, è incredula, le sue visioni volevano Jon Snow combattere in un imminente futuro sotto le mura di Grande Inverno, ma invece del tr_10combattivo giovane non resta che un freddo cadavere brutalmente trafitto dai suoi stessi fratelli. La serie si apre così, sulla barriera, in un’atmosfera cupa e negativa, la sacerdotessa del fuoco sembra aver perso la fede nel suo Dio Rosso R’hllor, sembra essersi smarrita, non è più la donna sicura ed audace che conoscevamo, ma appare fragile, incapace a dare un senso a ciò che sta avvenendo, impaurita ed impotente dinanzi a questa inattesa spirale di morti e sconfitte. Riuscirà la sua fede ad avere la meglio sul destino inesorabile o sarà costretta ad arrendersi e lasciarsi andare una volta e per sempre? Alla fine di questo primo episodio la donna di Asshai delle Ombre appare, per la prima volta, per quello che è, un essere debole, intrappolata dai propri dubbi e dal peso degli anni trascorsi.

Intanto Sansa Stark e Theon Greyjoy, scappati dal terribile Ramsay, riescono a salvarsi, quando tutto sembra perduto, solo grazie alla comparsatr_08 imprevista di Brienne di Tarth.

Molto più a sud, ad Approdo del Re, Jaime Lannister riporta a casa un altro cadavere, quella della dolce e gentile Myrcella ed a Dorne va in scena l’ennesimo tradimento di questa epica saga, Doran Martell viene barbaramente ammazzato. Ellaria e le sue serpi sono finalmente riuscite nel loro intento. La morte del cauto e diplomatico principe di Dorne, probabilmente, non farà altro che accelerare l’entrata in scena di casa Martell contro i Lannister, i quali sembrano diventare, ogni giorno, sempre più soli, solo i Tyrell gli sembrano restare fedeli, ma fino a quando? La nuova regina e suo fratello, Margaery e Loras, sono entrambi nelle mani del temibile ordine religioso, il Credo, deciso a portare Westeros e la sua capitale sotto il cappello della moralità e della pudicizia.

tr_06Mentre nei Sette Regni nuove battaglie, sia a nord, che a sud, sembrano intravedersi all’orizzonte, al di là del mare, Daenerys viene catturata da un clan Dothraki, che intende riportarla nella città sacra di Vaes Dothrak, dove è stabilito debbano finire i propri giorni tutte le vedove di un khal.

Restano, per ora, aperti tutti i possibili scenari, il futuro dei Sette Regni è incerto come non mai. I Lannister sembrano essersi indeboliti, ma possono ancora contare sul controllo ditr_09 Approdo del Re e sul titolo di sovrano per il giovane ed inesperto Tommen, ma certamente si faranno sentire sulle scelte future della casata le assenze di due strateghi del calibro di Tywin e Tyrion. Dorne e Nido dell’Aquila sono per adesso ancora delle incognite. Delta delle Acque appare fuori gioco. I Tyrell potrebbero rivalutare la loro posizione in qualsiasi momento. Il Nord appare troppo diviso e lacerato da discordie intestine, i Bolton dividono e non sono in grado di unire, non hanno assolutamente il carisma degli Stark. I Guardiani della Notte appaiono deboli e senza una guida solida e poi ci sono i Bruti, il popolo libero, i quali, alla fine, potrebbero divenire l’ago della bilancia, la variabile impazzita in grado di far pendere le sorti di Westeros da una parte o dall’altra.

La partita è aperta e tutto sembra poter ancora accadere, il gioco dei tradimenti e delle alleanze è in perenne e pieno svolgimento. Il futuro risulta essere ancora più fosco ed incerto rispetto al passato, visto che, a questo punto della storia, non si può più contare nemmeno sul supporto dei libri di George R. R. Martin. Non sono più possibili, infatti, i riscontri con i libri pubblicati, non è più possibile analizzare le similitudini e le diversità e quindi tutto è ancora più oscuro ed imprevedibile.

tr_11

 

By | 2017-08-01T20:55:55+00:00 aprile 27th, 2016|VIDEO|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment