OUTCAST – Episodio 1: VENITE A PRENDERMI, di Adam Wingard

//OUTCAST – Episodio 1: VENITE A PRENDERMI, di Adam Wingard

OUTCAST – Episodio 1: VENITE A PRENDERMI, di Adam Wingard

out_07

“Outcast” è la serie TV basata sull’omonima serie a fumetti dell’ideatore di “The Walking Dead”, Robert Kirkman. La serie, a cavallo tra il genere thriller e quello horror, è ambientata nella cittadina di Rome in West Virginia. Il piccolo Joshua Austin ha un comportamento pericoloso per sé stesso e per gli altri: odia la luce, si nutre di insetti, è aggressivo con gli out_03altri e non esita a farsi del male. La madre, preoccupata, si rivolge al reverendo Anderson, è convinta che il figlio sia prede delle forze oscure, come suol dire lo stesso reverendo nelle sue prediche domenicali.

Nel frattempo in paese è tornato anche Kyle Barnes, ma sono cinque mesi, in pratica, che non esce di casa e vive come un eremita. Il suo matrimonio è finito, è stato accusato di aver fatto del male alla sua stessa figlia, per cui è stato costretto a separarsi da lei. Kyle, da bambino, è stato traumatizzato dalla madre Sarah, la donna era posseduta dal demonio e più volte l’aveva spaventato e gli aveva fatto del male. Finché, un bel giorno, Kyle aveva deciso di difendersi ed aveva scoperto che, per qualche motivo, il suo sangue aveva il potere di scacciare i demoni.

Mentre Kyle è assorto nelle sue ossessioni e dai suoi sensi di colpa, si presenta a casa sua, la sorellastra Megan, che cerca di aiutarlo e lo invita aout_06 fare un giro in paese. In un supermarket Kyle viene a sapere da due donne, che conoscevano la madre, che un bimbo del luogo, un certo Joshua, mostra gli stessi sintomi di Sarah e secondo il reverendo Anderson è indemoniato. Kyle resta turbato dalla notizia, sembra che il demonio sia perennemente sulle sue tracce e si sente in colpa: prima la madre e poi sua moglie, Allison, hanno mostrato gli stessi inquietanti comportamenti. Sarah gli ha distrutto l’infanzia e Allison, prima del suo intervento, stava per uccidere la loro bambina.

Spinto dalle sue domande, Kyle, l’indomani, si presenta a casa di Joshua Austin e lì trova il reverendo Anderson, sua vecchia conoscenza (l’uomo, infatti, cercò di aiutare invano anche la madre di Kyle), alle prese con un esorcismo, che sembra non portare miglioramenti, ma solo far indispettire ancora di più l’entità maligna che ha preso possesso del corpo di Joshua.

out_04“Io ti conosco, come sei cresciuto, riusciresti, a stento, ad entrare nella dispensa ora”, fa pronunciare l’essere malefico al piccolo Joshua, non appena vede Kyle. Si tratta di un suo ricordo d’infanzia, una cosa che certamente il piccolo Joshua non avrebbe mai potuto sapere. Il demonio fa perdere le staffe a Kyle e nasce una colluttazione, nella quale Joshua e Kyle lievitano, Kyle colpisce con violenza il bambino, che, a sua volta, gli morde unaout_05 mano. Il contatto con il sangue di Kyle gli provoca dolore, Kyle, allora, lo costringe ad assaporare altro sangue e la creatura diabolica è costretta a fuggire via dal corpo di Joshua, non prima, però, di pronunciare verso il reietto (è così che il demonio chiama Kyle) le seguenti parole: “la grande fusione non può essere fermata”.

Una serie che si annuncia ricca di colpi di scena e suspence, una storia “epica” come annunciò lo stesso Kirkman durante la presentazione del suo fumetto, che, in Italia, è pubblicato con cadenza bimestrale dalla SaldaPress. Una serie sulla quale Kirkman ha rivelato di avere le idee molto chiare, sia per quanto concerne lo sviluppo, che la conclusione e che vuole essere un modo diverso di mettere paura e provocare inquietudine nelle persone, rispetto alla celebre serie degli zombi.

out_08

By | 2017-08-01T20:48:26+00:00 giugno 10th, 2016|VIDEO|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment