HELLNOIR, di Pasquale Ruju e Giovanni Freghieri

//HELLNOIR, di Pasquale Ruju e Giovanni Freghieri

HELLNOIR, di Pasquale Ruju e Giovanni Freghieri

hll_02

“Hellnoir” è una miniserie di soli 4 albi, basata sulla figura del detective privato Melvin Soul, chiamato semplicemente Mel. Hellnoir è la città in cui si svolge la storia. Non è una comune metropoli, in essa convivono diverse realtà, ogni suo quartiere è una città a parte ed è possibile respirare, spostandosi da uno all’altro, l’aria di luoghi profondamente diversi tra loro, come New York, Calcutta o Hong Kong. È impossibile fuggire da Hellnoir, la città è completamente circondata da un terribile deserto – infuocato di giorno e gelido di notte – in cui, inoltre, vivono creature aberranti di ignota provenienza.

Hellnoir è posta aldilà del mondo degli uomini, essa è solo uno dei possibili inferni e probabilmente non è neppure quello peggiore. Ci vivono coloro che in vita sono morti di morte violenta, è un luogo crudele, pieno di violenza e prevaricazione, in cui, però, è ancora possibile morire. Infatti coloro che ci vivono, nonostante siano già morti, hanno ancora unhll_04 corpo, possono soffrire ed amare, sono in grado di provare le stesse emozioni che provavano nel mondo dei vivi. Ad Hellnoir esistono, hll_01infatti, ancora i soldi, le armi, il potere, il sesso, le belle macchine, i locali alla moda, i ristoranti, ci si nutre e ci si ubriaca, ci sono persone che si affannano, che lavorano, che cercano di avere un’esistenza “normale”, di continuare la vita che avevano nel mondo reale ed altre che, invece, vivono ai margini, desiderose solo di uccidere e fare del male al prossimo, i così detti lupi, l’ultimo ingranaggio di quella malsana società. Ad Hellnoir è anche possibile sposarsi, se non si viene ammazzati, la vita è infinita, ma non è possibile far nascere bambini.

Ai vertici della città ci sono i “daem”, creature soprannaturali, probabilmente la degenerazione corrotta di quelli che una volta dovevano essere i guardiani di quell’inferno. Ve ne sono di diverse categorie, quelli di ordine più basso, i così detti guerrieri, sono solitamente dei poliziotti deviati, uccidono per divertimento, derubano le loro vittime, sono forti, ma non sono particolarmente intelligenti. Mentre, invece, quelli di ordine più alto, principi e diaconi, sono i daem che controllano la città, vivono in zone isolate, in grandi ville, circondati da lusso sfrenato e benessere. Ma non sono i soli, accanto a loro ci sono anche degli uomini, quelli che sono riusciti ad acquistare più potere e ricchezze, di solito sono a Hellnoir da parecchio tempo, come, ad esempio, Tiberio, l’antico imperatore romano, che offre la sua amicizia ed i suoi servigi ad Asmodeo, uno dei diaconi più importanti e potenti di Hellnoir.

Il detective Mel ha un suo segreto, riesce a mettersi in contatto con il mondo reale, con la figlia Cassie, ispettrice di polizia. Il legame si è creato anni or sono quando Mel fu hll_03assassinato davanti gli occhi di quella che, all’epoca, era solo un’innocente bambina. Il legame tra padre e figlia è così forte da oltrepassare la barriera esistente tra i vivi ed i morti.

Cassie è in pericolo, sta indagando sulla morte misteriosa di una ragazza, la figlia d’un importante senatore, prossimo candidato alle elezioni presidenziali. La ragazza, Blanche, è stata uccisa durante un rito satanico, compiuto proprio in onore di Asmodeo. La storia, quindi, si sviluppa su un binario parallelo: Cassie cerca di scovare la setta che ha compiuto il brutale omicidio, mettendo a repentaglio la sua stessa vita e finendo alla fine nelle grinfie di quei sadici assassini. Ad Hellnoir, invece, Mel inizia la sua indagine su Asmodeo e scopre che Blanche, una volta giunta in città, alla stazione dei bus, in cui arrivano tutte le nuove anime dannate, è stata prelevata da una macchina nera e portata direttamente da Asmodeo.

Nel frattempo nella vicenda irrompe anche la bellissima e sensuale promessa sposa del diacono, una daem femmina, di nome Kyra. La daem decide di ingaggiare Mel perché è convinta che Asmodeo la tradisca e che stia mettendo in pratica un piano, che rischia di mettere a repentaglio il precario equilibrio tra le famiglie daem su cui si basa Hellnoir. Il loro stesso matrimonio, infatti, aldilà della passione, è stato preparato per consentire l’alleanza tra due importanti famiglie daem per cui se Asmodeo sta tramando qualcosa, è bene che muoia. I daem, infatti, hanno il loro punto debole: l’incenso. È sufficiente che lo respirino o che vengano colpiti da proiettili immersi nell’incenso, perché trovino immediatamente la morte.

hll_05

By | 2017-08-01T20:42:56+00:00 luglio 7th, 2016|FUMETTI|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment