THE 100, II stagione

//THE 100, II stagione

THE 100, II stagione

100_01

La II stagione della serie sci-fi “The 100” riparte con gli eventi successivi alla prima battaglia tra i Terrestri e gli Uomini del Cielo (così come vengono chiamati dai Terrestri), ovvero gli esuli dell’Arca, discendenti di coloro che furono costretti ad abbandonare la Terra, a seguito delle terribili guerre nucleari che ne stavano cambiando, per sempre, il volto. La battaglia, conclusa con la vittoria degli Uomini del Cielo e la 100_05morte di ben trecento guerrieri Terrestri, si chiude con l’arrivo dei misteriosi Uomini della Montagna (i discendenti di coloro che al tempo delle bombe si rifugiarono nei bunker anti-atomici costruiti sotto Mont Weather). Essi, armati di tutto punto, con le loro tute anti-radiazioni che gli danno un aspetto alieno, catturano sia i Terrestri superstiti, che 47 ragazzi del gruppo degli originari 100 Uomini del Cielo.

A questo punto, all’inizio della II stagione, vi sono quattro diversi gruppi umani in lotta tra loro: gli Uomini del Cielo, i Terrestri, gli Uomini della Montagna e i Mietitori. I Terrestri vivono in piccoli villaggi, hanno perso la scienza e la tecnologia possedute dai loro antenati, si sono organizzati in una società rurale, in cui è necessario essere forti e coraggiosi, se si vuole sopravvivere alle avversità. Il loro corpo si è perfettamente adattato alle nuove condizioni di vita sulla Terra, per cui essi, come del resto gli Uomini del Cielo, non hanno alcun problema a sopportare le radiazioni solari.

Cosa che non avviene, invece, per gli Uomini della Montagna, il cui organismo non è in grado di sopportare i raggi del sole. Sono così costretti a vivere nel ventre di Mont Weather e possono uscire all’esterno solo se adeguatamente protetti dalle loro tute anti-radiazioni. Essi si considerano i veri custodi100_04 della gloriosa storia dell’uomo (nelle viscere di Mont Weather sono, infatti, custodite parecchie opere d’arte ed altri reperti storici provenienti dalle epoche precedenti l’apocalisse atomica) e posseggono un livello scientifico e tecnologico simili a quello posseduto dagli Uomini del Cielo.

I Mietitori, infine, sono una razza bestiale, non sembra più esserci un barlume di umanità in loro, sono capaci di nutrirsi degli altri uomini e sembrano del tutto privi di razionalità. Temono gli Uomini della Montagna e sembrano essere al loro servizio (vivono, infatti, nelle gallerie sotterranee che conducono al rifugio di Mont  Weather, quasi come se ne fossero una difesa). Essi rappresentano la minaccia più grande per i Terrestri, a cui, spesso, danno la caccia.

In realtà i Mietitori, prima di divenir tali, erano uomini e donne normali. Infatti, sono gli stessi Uomini della Montagna che trasformano i migliori guerrieri Terrestri in Mietitori, tramite una terribile procedura basata su sostanze droganti e violenza. Una volta che quelli che erano uomini sono assuefatti dalla droga e vanno in un perenne stato di crisi di astinenza, li liberano nelle gallerie sotto la montagna. Ma la ricerca 100_03degli Uomini della Montagna, non è solo volta a creare i Mietitori, essi cercano disperatamente un metodo per poter vincere le radiazioni solari e tornare in superficie. Utilizzano i Terrestri catturati come cavie, si servono del loro sangue per migliorare il proprio sistema immunitario, ma tutti i loro sforzi non sembrano produrre il risultato sperato: sono sufficienti pochi minuti di esposizione al sole, per morire tra terribili sofferenze, vesciche e difficoltà respiratorie. Una speranza potrebbe essere rappresentata dal sangue degli Uomini del Cielo, abituati a vivere accanto al Sole, ma non sarebbe sufficiente un solo trattamento, sarebbe necessaria l’esportazione di tutto il midollo, per cui, per i 47 ragazzi loro ospiti, ciò significherebbe morte certa.

Nel frattempo, a seguito di un inutile ed ingiustificato eccidio di vecchi e bambini in un piccolo villaggio Terrestre, lo scontro conclusivo tra Terrestri e Uomini del Cielo appare inevitabile. Migliaia di guerrieri sono pronti a circondare l’accampamento degli Uomini del Cielo e distruggerlo per sempre.  Cosa fare? Combattere e probabilmente morire oppure fuggire verso le ignote ed inospitali terre desertiche? I Terrestri sembrano non voler accettare tregue o proposte di pace, neppure la promessa di combattere contro gli odiati e temuti Uomini della Montagna sembra allettarli.

Purtroppo gli Uomini del Cielo non hanno nulla da offrire, i Terrestri non sono interessati né alla loro scienza, né alla loro tecnologia. Ma grazie a Clarke, Bellamy e Octavia riusciranno a fare l’offerta giusta: esiste un modo per sconfiggere la droga, abbassare la febbre e riportare alla ragione i Mietitori, la più grave minaccia per i villaggi Terrestri. Affinché venga instaurata la tregua, però, è necessario un sacrificio di sangue, bisogna vendicare i 18 innocenti ingiustamente trucidati da Finn nel villaggio. Non c’è altra possibilità e sarà la stessa Clarke, sotto lo sguardo dei Terrestri, ad ammazzare il ragazzo.   

Questa II stagione riesce, quindi, nell’intento di far maturare i vari protagonisti, nessuno di loro sarà com’era all’inizio. Ci sono trasformazioni complesse, come quella di Finn, Octavia o Murphy. La storia è cruda, non ci sono buoni, ma il male è ovunque, sta a l’uomo, di volta in volta, stabilire quale sia la migliore azione da compiere. E se ciò che fa è cattivo, ne pagherà, prima o poi, in un modo o nell’altro le conseguenze, secondo il modo di dire del popolo Terrestre: il sangue chiama il sangue.

100_02

By | 2017-08-01T20:41:05+00:00 luglio 20th, 2016|VIDEO|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment