lunedì, 21 Settembre, 2020
Il Parco Paranoico

Momentum, Calibro 35

Mik Brigante Sanseverino 9 Gennaio, 2020 Dischi Nessun commento su Momentum, Calibro 35

Esistiamo. Esistiamo perché ci rapportiamo al Tempo ed allo Spazio: a ciò che è accaduto ed a ciò che sta accadendo adesso; ai luoghi in cui siamo ora o siamo stati in precedenza, alle persone che abbiamo perduto e trovato durante il nostro cammino. Siamo creature fragili e finite, ma la nostra capacità di connetterci alla temporalità ed alla Storia, ci permette di rivendicare la libertà e l’indipendenza delle nostre scelte.

“Momentum” si colloca nel presente, un presente caratterizzato da una fluidità estrema, nel quale non sembrano esserci più sicurezze, riferimenti o ideali ai quali aggrapparsi; oggi non esiste alcun passato e di conseguenza non può esistere alcun futuro, per cui l’approccio dei Calibro 35 di volgere il proprio sguardo verso ciò che è avvenuto, per interrogarsi sulla direzione che stiamo prendendo, non solo dal punto di vista musicale, ma anche sociale, appare controcorrente. Oggi, guardarsi indietro è ritenuto, spesso, un atteggiamento retrogrado o troppo tradizionalista; ciò potrebbe essere vero se si rifiuta il presente e si trova rifugio in un passato che non esiste più, ma i Calibro 35 non si stanno assolutamente nascondendo in una vecchia foto, il loro obiettivo è cercare di capire perché è questo il nostro momento, perché siamo arrivati in questo punto e dove potremmo andare domani. Tutto ciò rende il nuovo album molto concreto perché legato alla nostra realtà, ma, allo stesso tempo, anche pieno di atmosfere e panorami non completamente definiti, quasi fossero dei ricordi di qualcosa che è avvenuto in passato o delle premonizioni di qualcosa che non deve ancora accadere e forse non accadrà mai, restando così nei confini del sogno.

Ci sforziamo di scavare nei nostri ricordi e nelle nostre emozioni più intime; utilizziamo la nostra fantasia ed il nostro intelletto per spingerci sempre più oltre e determinare il più possibile il nostro futuro, nonostante esso sia avvolto dall’oscurità e dal mistero. È ciò che ci rende umani ed i Calibro 35 lo esprimono con pienezza in questo nuovo lavoro, che guarda allo space rock, ma anche alla black music, ad un passato morriconiano sempre attuale, ma anche e soprattutto al presente col suo dinamico miscuglio di sonorità afro-beat, elettroniche, post-rock, funk e rap. “Momentum” esprime la necessità di riprendere il controllo della propria esistenza, di esser sempre in grado di preservare la propria soggettività e non perdersi nel vuoto abissale dello spazio-tempo:

Quando trovo

In questo mio silenzio

Una parola

Scavata è nella mia vita

Come un abisso”  (da “Commiato” di Giuseppe Ungaretti)  

Like this Article? Share it!

About The Author

Michele Brigante Sanseverino, poeta, scrittore, ingegnere elettronico. Ha pubblicato "Il Covo Dei Briganti" (poesie), "Ultravioletto" (poesie) ed "Ummagumma" (favole del tempo andato). A breve verrà pubblicata la nuova raccolta di poesie "Per Dopo la Tempesta". Pubblica articoli di approfondimento musicale sia su "Paranoid Park" (www.paranoidpark.it), che su "Indie For Bunnies" (http://www.indieforbunnies.com).

Comments are closed.