domenica, 28 Febbraio, 2021
Il Parco Paranoico

Sono Peter Rei. Comandante del robot

Mik Brigante Sanseverino 9 Ottobre, 2020 Playlist Nessun commento su Sono Peter Rei. Comandante del robot

Com’è lo spazio che ci circonda? Buio, vuoto, disumano.

Un’enorme bolla che, sempre più spesso, ormai, tende a penetrare nel nostro insonscio, svuotandolo di ogni sentimento, di ogni affetto, di ogni sogno, di ogni forma di calore, di ogni sfumatura poetica, mentre, intanto, là fuori, la tecnologia imperversa e pretende di assumere il ruolo di mediatrice tra gli esseri umani e lo spazio remoto, tra l’elemento fisico e quello psichico, tra l’adulto ed il bambino, tra ciò che riteniamo essere reale e ciò che, invece, appartiene alla sfera della fantasia.

Ma tutto ciò non è possibile perché è innaturale e quindi può solamente essere fonte di disperazione. E così ogni aspetto della vita diviene bipolare, non vi sono alternative, solamente altri computer, altri robot, altri macchinari, altri prodigi tecnici, altri sofisticati marchingegni che non faranno altro che rubarci il tempo, generare scatole di alienazione nelle quali la rabbia e la follia sono le uniche valvole di sfogo, eliminando qualsiasi forma di soggettività e rendendoci tutti ugualmente schivi, identicamente piegati, egualmente impotenti dinanzi a quell’abisso che si fa strada, sempre più, dentro di noi, finché, un giorno, non ci renderemo conto che quel vuoto fitto che fissiamo dall’oblò del nostro super-robot non è ciò che sta fuori, che è oltre l’atmosfera terrestre, oltre il nostro sistema solare, oltre la nostra galassia, ma è semplicemente ciò che è dentro il nostro cuore e la nostra testa.

Non esitono super-robot, dunque, non esistono divinità tecnologiche che possono guidare gli esseri umani e deciderne il destino. Alla loro guida ci siamo sempre stati noi ed ogni scelta è sempre stata nostra.

Amici miei, sono Peter Rei, comandante del robot.

Like this Article? Share it!

About The Author

Michele Sanseverino, poeta, scrittore ed ingegnere elettronico. Ha pubblicato la raccolta di favole del tempo andato "Ummagumma" e diverse raccolte di poesie, tra cui la raccolta virtuale, condivisa e liberamente accessibile "Frammenti di Tempesta" (www.checkpointcharlie.com). Ideatore della webzine di approfondimento musicale "Paranoid Park" (www.paranoidpark.it) e collaboratore della webzine musicale "IndieForBunnies" (www.indieforbunnies.com).

Comments are closed.