sabato, 8 Maggio, 2021
Il Parco Paranoico

Weather Strike, Tom Morello & Pussy Riot

Mik Brigante Sanseverino 3 Maggio, 2021 Video Nessun commento su Weather Strike, Tom Morello & Pussy Riot

Tom Morello e le Pussy Riot uniscono le loro forze e pubblicano un brano, “Weather Strike”, che è la vibrante fusione di musica ed impegno politico; di utopia e passione; canzone che esprime la speranza di vivere un domani più giusto e più solidale, nel quale le forze di polizia si impegnino, davvero, a difendere i più deboli ed i più emarginati, piuttosto che accontentarsi, come avviene oggi, ovunque nel mondo, di svolgere il ruolo dei fedeli cani da guardia di un potere sempre più arrogante e sovranazionale. Nonostante lo sguardo fisso sul futuro dell’umanità, ciò è possibile solo se non dimentichiamo il passato, se continuiamo a studiare la nostra storia, soprattutto i momenti più violenti ed oscuri.

Le luci del video che accompagna il brano sono accecanti, improvvisi bagliori che si intrecciano, in modo efficace, con le crude parole di Nadya Tolokonnikova, cantate sia in inglese che in russo, le quali, in maniera accattivante e coinvolgente, senza alcuna paura, senza alcuna voglia di scendere a compromessi con il “sistema”, agitano le acque torbide dell’attuale politica russa, dei suoi ipocriti e fasulli slogan politici, mentre il regime di Putin non esita a rispondere in maniera brutale alle proteste della gente comune, lasciando Alexei Navalny marcire in galera e tentando di zittire qualsiasi voce di condanna e dissenso, proponendosi come l’unico governo in grado di opporsi alle ingerenze straniere e di difendere le antiche tradizioni sociali, culturali, religiose dello straordinario popolo russo.

In realtà, invece, ciò che viene costruito è un governo dispotico ed intollerante, il cui vero obiettivo è rendere i propri oligarchi sempre più ricchi e potenti, fregandosene di tradizioni, ideali e valori; stringendo, spesso, accordi ed alleanze politiche, economiche e militari con altri despoti, presidenti, sultani, uomini neri, altrettanto violenti, sanguinari ed arroganti, in modo tale da rafforzare il reciproco potere, il proprio autoritario controllo delle masse e rendere il mondo un luogo sempre meno sicuro e pacifico, così da poter giustificare, senza grossi problemi, l’uso criminale della forza bruta, sia tra i propri confini che altrove. Come può, dunque, non venirvi voglia di vomitare?

 

Like this Article? Share it!

About The Author

Michele Sanseverino, poeta, scrittore ed ingegnere elettronico. Ha pubblicato la raccolta di favole del tempo andato "Ummagumma" e diverse raccolte di poesie, tra cui la raccolta virtuale, condivisa e liberamente accessibile "Frammenti di Tempesta" (www.checkpointcharlie.com). Ideatore della webzine di approfondimento musicale "Paranoid Park" (www.paranoidpark.it) e collaboratore della webzine musicale "IndieForBunnies" (www.indieforbunnies.com).

Comments are closed.