lunedì, Ottobre 18, 2021
Il Parco Paranoico

Femme Fatale, Sharon Van Etten [video]

Mik Brigante Sanseverino Settembre 18, 2021 Video Nessun commento su Femme Fatale, Sharon Van Etten [video]

“I’ll Be Your Mirror” è una compilation tributo dedicata ai Velvet Underground, dalla quale Sharon Van Etten ha pubblicato, in anteprima, il proprio contributo registrato assieme ad Angel Olsen, ovvero la cover aggraziata e spinosa, melodica e dolente, di “Femme Fatale”, che, nella suggestiva versione delle due artiste americane, assume le sembianze di un fragile raggio lunare; di un mondo intimo e racchiuso, che, nonostante sia in pace e armonia con sé stesso, con i suoi naturali riverberi e le sue intimistiche vibrazioni di matrice synth-pop e indie-folk, sa benissimo che ha necessità di evadere dalla propria rassicurante bolla e recuperare gli indispensabili feedback, le passionali connessioni, le formative distorsioni, che solamente il mondo esterno può donarti.

Un mondo che – proprio come una donna fatale – ti può spezzare il cuore, ma è il solo luogo nel quale si può diventare più forti, acquisendo una maggiore consapevolezza di sé, dei propri sentimenti, delle proprie idee e di come realizzarle, anche quando ogni tua sicurezza – come è accaduto con la recente pandemia – sembra venir meno.

Questa cover risuona, quindi, del bisogno di confrontarsi con gli altri, insito nella natura umana e parte di quell’agognata normalità che – nonostante le evidenti mancanze politiche, nonostante gli atteggiamenti spesso opportunistici e individualistici di tante parti in gioco, nonostante il clima generale di rabbia, violenza e intolleranza che si respira nel mondo – stiamo tentando, ingoiando bocconi molto amari, di recuperare e difendere dalle tante menzogne e fake news, create ad arte, per rendere le persone più diffidenti, più impaurite, più sole e quindi più facilmente influenzabili, manipolabili e controllabili. 

Ma almeno adesso possiamo andare fuori, possiamo riprenderci il nostro tempo, possiamo tentare di fare meglio di quanto abbiamo fatto nel recente passato e soprattutto possiamo e dobbiamo tenere gli occhi aperti, guardandoci da tutti i pericolosi pagliacci che, con le loro facili provocazioni, con i loro finti sorrisini di circostanza, con le loro suadenti moine, con la loro apparente e fasulla bellezza, tentano di compiacerci, di abbindolarci, di rinchiuderci in un banale e trascurabile dettaglio, facendoci perdere di vista, di conseguenza, tutto quello che c’è ed accade attorno a noi, in particolare ciò che altri stanno decidendo e mettendo in pratica sulla nostra pelle.

Like this Article? Share it!

About The Author

Michele Sanseverino, poeta, scrittore ed ingegnere elettronico. Ha pubblicato la raccolta di favole del tempo andato "Ummagumma" e diverse raccolte di poesie, tra le quali le raccolte virtuali, condivise e liberamente accessibili "Per Dopo la Tempesta" e "Frammenti di Tempesta" (www.checkpointcharlie.com). Ideatore della webzine di approfondimento musicale "Paranoid Park" (www.paranoidpark.it) e collaboratore della webzine musicale "IndieForBunnies" (www.indieforbunnies.com).

Comments are closed.