sabato, Dicembre 4, 2021
Il Parco Paranoico

Square Eyes, Hearts And Rockets [video]

Mik Brigante Sanseverino Ottobre 20, 2021 Video Nessun commento su Square Eyes, Hearts And Rockets [video]

La TV è un’ottima via di fuga, oltre a essere, spesso e purtroppo, l’unica voce familiare nella silenziosa solitudine di molti di noi. Certo, oramai viviamo in un’epoca nella quale rete globale è diventata la assoluta padrona delle nostre esistenze; studia i nostri comportamenti, i nostri gusti, i nostri orientamenti, i nostri schemi mentali e tenta, di conseguenza, di influenzare, prevedere e controllare quelle che saranno le nostre decisioni, le nostre scelte e le nostre azioni future.

Sappiamo benissimo di essere osservati e monitorati costantemente e, a nostra volta, osserviamo e monitoriamo gli altri, tentando di carpirne una debolezza o un segreto, che pensiamo possa offrirci un vantaggio. Siamo parte, infatti, di quella che è chiamata società dell’informazione, perché le informazioni, soprattutto se riservate, sono una enorme fonte di ricchezza, di pressione e di potere. Ma è evidente che questi meccanismi ci consumano, ci distruggono, ci portano via le nostre migliori energie, oltre che il nostro tempo.

La TV, invece, è come se funzionasse in un unico senso; ci permette di tornare ad essere completamente anonimi e ci garantisce uno spazio mentale di evasione personale. Infatti vediamo, senza, in realtà, vedere nulla; ascoltiamo, senza, in realtà, ascoltare nulla. Ed intanto vaghiamo altrove, lasciando che i fotogrammi sgranati di una vecchia pellicola, che guardavamo da bambini, ci consentano di perderci nei meandri dei nostri ricordi più intimi, riportando in superficie quei piccoli e insignificanti momenti di felicità che avevamo del tutto dimenticato.

E’ come se riprovassimo lo stravolgimento emotivo, fisico e sensoriale di un primo innocente amore; ma, del resto, soprattutto se paragonata alle innumerevoli diavolerie tecnologiche che riempiono le nostre vite oggi, cos’è stata la TV se non il nostro vero ed indimenticabile primo amore? Il pop sintetico e le accattivanti ritmiche punkeggianti degli Hearts And Rockets ci mantengono svegli; forse è un bene, perché ci impediscono di sprofondare nello schermo buio dei nostri peggiori incubi e delle nostre peggiori paure. La band australiana ci lascia intravedere un orizzonte lucente al di là dei titoli di coda, mescola impegno politico e irriverente ironia, ci permette di essere vigili, ricordandoci, ancora una volta, che, per quanto ci sforziamo di apparire politicamente corretti, giusti ed onesti, in realtà, continuiamo a fare i nostri comodi, a prendere senza chiedere alcun permesso, a consumare più di ciò di cui effettivamente abbiamo bisogno, a non rispettare la terra che occupiamo e sfruttiamo, i suoi equilibri, le sue stagioni, i suoi antichi padri e le sue antiche madri.

Like this Article? Share it!

About The Author

Michele Sanseverino, poeta, scrittore ed ingegnere elettronico. Ha pubblicato la raccolta di favole del tempo andato "Ummagumma" e diverse raccolte di poesie, tra le quali le raccolte virtuali, condivise e liberamente accessibili "Per Dopo la Tempesta" e "Frammenti di Tempesta" (www.checkpointcharlie.com). Ideatore della webzine di approfondimento musicale "Paranoid Park" (www.paranoidpark.it) e collaboratore della webzine musicale "IndieForBunnies" (www.indieforbunnies.com).

Comments are closed.