venerdì, Febbraio 3, 2023
Il Parco Paranoico
  • Lockstep Bloodwar, Sightless Pit

    Un’atmosfera che, sin dall’incipit, “Resin On A Knife”, è cupa e feroce: le sonorità industriali, le divagazioni lisergiche, la ricerca sperimentale e le ritmiche hip-hop ci trasportano in

  • The Chemical Bath, Demikhov

    Sono, oramai, cento anni che la salma di Vladimir Lenin viene, periodicamente, sottoposta ad un bagno chimico di glicerolo e di acetato di potassio, allo scopo di preservarla

  • UK Grim, Sleaford Mods [video]

    Il nuovo brano degli Sleaford Mods, accompagnato dalle immagini crude, irriverenti e sferzanti di Cold War Steve, è un pugno nello stomaco, a base di sonorità dance, post-punk

  • Love In The Void, Hammock

    Le stratificazioni sonore degli Hammock hanno un influsso positivo sui nostri sensi, suscitando atmosfere nelle quali ogni più piccolo dettaglio delle nostre vite viene amplificato, le nostre stesse

  • Television, Tom Verlaine e il bacio della morte

    Tom Verlaine era la chitarra più obliqua e tagliente, quella che amava sperimentare e divagare in territori meno conosciuti e battuti, rispetto a quelli dove, solitamente, spaziavano band

  • This Is What We Do, Leftfield

    “This Is What We Do” è un lavoro in bilico, ma questo non è un aspetto negativo, perché i Leftfield, pur conservano un approccio sentimentale, espressivo e sonoro

  • Broken Spectre, Ben Frost

    “Broken Spectre” è l’installazione visuale di Richard Mosse che, tramite sofisticati sensori multri-spettrali, ha fornito una rappresentazione cromatica diversa, dai forti connotati immaginifici ed alieni, alla maltrattata natura

  • Heading To Saint Reaper, Temple Of Deimos

    È una rinascita quella dei Temple Of Deimos, una rinascita che, però, avviene cercando, ancora una volta, la protezione delle divinità, ancestrali, magmatiche e selvagge, del rock del

  • Live At Maximum Festival, The Devils

    Dal tramonto all’alba, The Devils continueranno a suonare per ore il loro rock ‘n’ roll brutale, rumoroso, viscerale e martellante, mutuando elementi dal punk, dal garage e dal

  • Surrender 40 Canzoni Una Storia, Bono

    Un racconto attraverso 40 canzoni è questa l’opera migliore, proveniente dal mondo U2, in questo nuovo, fluido, omologante ed iper-tecnologico secondo millennio. Sinceramente sono sempre rimasto affascinato dalla

Un’atmosfera che, sin dall’incipit, “Resin On A Knife”, è cupa e feroce: le sonorità industriali, le divagazioni lisergiche, la ricerca sperimentale e le ritmiche hip-hop ci trasportano in un mondo nevrotico nel quale la corrente [...]

Tom Verlaine era la chitarra più obliqua e tagliente, quella che amava sperimentare e divagare in territori meno conosciuti e battuti, rispetto a quelli dove, solitamente, spaziavano band e artisti che si esibivano al CBGB, [...]

Un racconto attraverso 40 canzoni è questa l’opera migliore, proveniente dal mondo U2, in questo nuovo, fluido, omologante ed iper-tecnologico secondo millennio. Sinceramente sono sempre rimasto affascinato dalla band degli anni Ottanta, quella che avrebbe [...]

L’atmosfera che si respirava, nonostante la morsa di gelo che stringeva la serata, era quella di un gruppo di amici che si riunivano per celebrare, spontaneamente, la bellezza; quella bellezza che prescinde dal tempo e [...]

Siamo le ombre furtive nascoste in case silenziose, siamo i vagabondi in giro la notte, siamo i giocatori d’azzardo rintanati nei bar, siamo quelli che se ne vanno via dalle feste e non salutano mai [...]

Il nuovo brano degli Sleaford Mods, accompagnato dalle immagini crude, irriverenti e sferzanti di Cold War Steve, è un pugno nello stomaco, a base di sonorità dance, post-punk e hip-hop, nei confronti di tutti quelli [...]

NEXT: Sigur Ros

NEXT: Blur