lunedì, Agosto 15, 2022
Il Parco Paranoico

Joan As Police Woman @ Frame, Antiche Fornaci Eboli 11/7/22

Joan Wasser mette in scena un set magnetico che rigetta, con naturalezza e leggerezza, l’ordinarietà, spesso frustrante e ripetitiva, delle nostre giornate, scandite sempre dagli stessi obblighi, dagli stessi impegni, da una lunga serie di comportamenti artificiali e al limite dell’ossessione, proponendoci, invece, una rilettura della realtà che è più lenta, più gustosa, più profonda, più attenta ai piccoli dettagli, consapevole che ogni pausa è un spazio vuoto che dobbiamo e che possiamo riempire con ciò che abbiamo dentro.

Un processo catartico che mescola speranza e dolore, sensualità e nostalgia e che si intreccia, in maniera perfetta, con lo scenario offerto dalle Antiche Fornaci di Eboli, un luogo intriso di passato, ma che, allo stesso tempo, grazie alle trame soul e jazz di Joan As Police Woman, viene proiettato verso un futuro che abbiamo il bisogno di immaginare migliore, più pacifico, più giusto e più sostenibile.

Intanto il piano e la chitarra costruiscono un percorso nella notte estiva, divagando anche in territori più elettronici, mentre lo sguardo benevolo della luna e delle montagne circostanti ci invita a riflettere sul fatto che non siamo soli. Il messaggio e la testimonianza di coloro che ci hanno preceduto nel cammino ci è di ausilio, esempio e supporto. Non possiamo, quindi, fare a meno di pensare a Tony Allen e al suono delle sue percussioni, intrise di funk ed afro-beat, che, magicamente, ci avvolgono e risvegliano i nostri sensi addormentati; è questa la vera fluidità, è questo il vero dinamismo e soprattutto è questa la vera bellezza, non certo quella che, quotidianamente, la rete spaccia come tale, costringendoci a rinunciare a ciò che siamo davvero. In particolare ai nostri traumi, che, invece, come ci mostra e ci sussurra l’artista americana, hanno il potere di caratterizzarci e di stimolare la nostra ironia, il nostro spirito critico e quel percorso creativo di ricerca e di sperimentazione che ci rende più completi, più appagati, più consapevoli e quindi, al netto di inevitabili perdite e sconfitte, più felici ed ottimisti nei confronti del domani.

Like this Article? Share it!

About The Author

Michele Sanseverino, poeta, scrittore ed ingegnere elettronico. Ha pubblicato la raccolta di favole del tempo andato "Ummagumma" e diverse raccolte di poesie, tra le quali le raccolte virtuali, condivise e liberamente accessibili "Per Dopo la Tempesta" e "Frammenti di Tempesta" (www.checkpointcharlie.com). Ideatore della webzine di approfondimento musicale "Paranoid Park" (www.paranoidpark.it) e collaboratore della webzine musicale "IndieForBunnies" (www.indieforbunnies.com).

Comments are closed.