domenica, Aprile 21, 2024
Il Parco Paranoico

La Gente Che Sogna, Lucio Corsi

Mik Brigante Sanseverino Aprile 24, 2023 Dischi Nessun commento su La Gente Che Sogna, Lucio Corsi

Una linea assai sottile è quella separa il grigiore della nostra bellicosa realtà quotidiana e lo sfavillante mondo della fantasia costruito da Lucio Corsi, un mondo di creature misteriose e bizzarre, un mondo intriso di sonorità glam-rock, un mondo nel quale i nostri stessi errori non provocano alcun effetto distruttivo e ogni problema può essere risolto affidando la propria essenza alle invisibili ed appassionanti onde radio che trasportano – in ogni luogo, in ogni esistenza, su ogni pianeta, in qualsiasi sogno, città o campagna – le trame e le melodie di questi nove brani.

Canzoni che sembrano uscire dagli anni Settanta, canzoni che liberano il loro tocco, il loro profumo ed il loro sapore, alieno e lisergico, sulle persone comuni, le quali sono, sempre più spesso, intrappolate nelle loro immagini riflesse, nelle loro vite riflesse, nei loro sentimenti riflessi, nei loro pensieri riflessi, in tutto ciò che riflette solamente odio e cattiveria, bullismo e tutte quelle menzogne il cui unico obiettivo è farci apparire diversi e, di conseguenza, allontanarci gli uni dagli altri, facendo sì che il nostro vicino, quello che incontriamo, casualmente, al bar, al supermercato, in strada o in metropolitana diventi il nostro peggior nemico.

Ma, in realtà, i nostri sogni e anche i nostri incubi sono esattamente gli stessi, il nostro desiderio di evasione è esattamente lo stesso, il cielo oscuro che ci sovrasta e che ci intimorisce è esattamente lo stesso. Ed allora perché non riprenderci il nostro posto in questo universo, lasciando che sia proprio lui, proprio Lou Reed, a guidare la nostra navicella spaziale verso un’altra Terra, una Terra più equa e più pacifica, una Terra che sia, finalmente, libera da ogni intolleranza, ogni integralismo, ogni fondamentalismo, ogni cattivo pensiero e ogni insulsa forma di razzismo? Noi non siamo in grado, infatti, di stabilire se esista davvero un altro mondo e forse non ne abbiamo nemmeno davvero bisogno, soprattutto se riusciremo a sognare e a fare in modo che sia proprio questo mondo a trasformarsi nel magico, utopico e folle mondo del quale abbiamo assolutamente bisogno. 

Like this Article? Share it!

About The Author

Michele Sanseverino, poeta, scrittore ed ingegnere elettronico. Ha pubblicato la raccolta di favole del tempo andato "Ummagumma" e diverse raccolte di poesie, tra le quali le raccolte virtuali, condivise e liberamente accessibili "Per Dopo la Tempesta" e "Frammenti di Tempesta". Ideatore della webzine di approfondimento musicale "Paranoid Park" (www.paranoidpark.it) e collaboratore della webzine musicale "IndieForBunnies" (www.indieforbunnies.com).

Comments are closed.