sabato, Giugno 25, 2022
Il Parco Paranoico

Abstract Blues, Kim Gordon & J Mascis [single]

Questi due brani sono parte di un’importante iniziativa di sensibilizzazione sociale; un’iniziativa che è, allo stesso tempo, elettrizzante, ma anche intrisa di cruda verità, nella quale le chitarre cercano di espandere la nostra ristretta visione del mondo, mettendo in evidenza tutte le ipocrisie e gli atteggiamenti violenti che, sovente, caratterizzano le posizioni più estreme, oltranziste ed integraliste di individui, uomini e donne, che si definiscono persone di buona volontà.

“Abstract Blues” è una pagina di vita impregnata di sfumature indie, blues e country rock, nella quale le vibrazioni positive del brano ci esortano ad avere un atteggiamento più aperto ed indipendente, piuttosto che seguire la corrente ed omologarsi allo scialbo e meschino panorama politico esistente. Vi sono, infatti, diritti che vanno garantiti e scelte che debbono essere comprese, piuttosto che giudicate e colpevolizzate, seguendo, pedissequamente, quelle ideologie e quegli schemi mentali di stampo fondamentalista, misogino e paternalista che discriminano e criminalizzano le donne che scelgono, autonomamente e liberamente, il proprio destino.

Ogni decisione è intima e personale, spesso nasce da un doloroso percorso di sofferenza, silenzio e solitudine, verso il quale parole, azioni e comportamenti accusatori, intimidatori, violenti e vessatori sono assolutamente ingiusti, oltre che il frutto marcio dell’ottusità e dell’ignoranza; il nostro mondo potrà diventare un luogo migliore solamente se sosterremo, anche con le nostre donazioni, oltre che con il nostro appoggio, associazioni, come il Fund Texas Choice, il cui obiettivo è rendere le donne libere di abortire, garantendo loro il sostegno, la sicurezza e la protezione che la società e la politica si rifiutano di concedere.

Il secondo brano “Slow Bow” è più cattivo e brutale, si tratta di una cavalcata elettrica, ossessiva e punkeggiante, nella quale J Mascis si lancia in veloci assoli di chitarra, mentre Kim Gordon urla, in maniera feroce, tutta la sua angoscia e il suo desiderio di ribaltare questi vecchi e corrotti modelli di pensiero. 

Like this Article? Share it!

About The Author

Michele Sanseverino, poeta, scrittore ed ingegnere elettronico. Ha pubblicato la raccolta di favole del tempo andato "Ummagumma" e diverse raccolte di poesie, tra le quali le raccolte virtuali, condivise e liberamente accessibili "Per Dopo la Tempesta" e "Frammenti di Tempesta" (www.checkpointcharlie.com). Ideatore della webzine di approfondimento musicale "Paranoid Park" (www.paranoidpark.it) e collaboratore della webzine musicale "IndieForBunnies" (www.indieforbunnies.com).

Comments are closed.