giovedì, Febbraio 2, 2023
Il Parco Paranoico

I Lie To You, Micah P. Hinson

Mik Brigante Sanseverino Gennaio 11, 2023 Dischi Nessun commento su I Lie To You, Micah P. Hinson

Ci sono giorni nei quali i nostri pensieri si perdono nel passato e riportano in superficie eventi e soprattutto emozioni e stati d’animo che non ci hanno mai abbandonato e che sono sempre stati dentro di noi. Nonostante il tempo trascorso, dunque, siamo ancora noi quei ragazzi impegnati a vivere le loro storie: storie amorevoli e dolorose, leggere e faticose, ribelli e compiacenti, buie e luminose.

Storie che Micah P. Hinson ha la preziosa capacità di trasformare in canzoni dalla rauca e appassionate anima folkeggiante. Canzoni che, nonostante il tocco nostalgico e gentile, conservano tutta la ruvidità e la durezza, tutta la crudezza e la spigolosità dei momenti di perdita, di abbandono, di alienazione o di dipendenza – fisica e spirituale – che hanno caratterizzato le nostre vite.    

Ed intanto quei luoghi natii, quell’accattivante, immenso e feroce Texas, quei volti senza rughe, quei sorrisi amari, ma anche tutti quegli improvvisi spiragli di luce benevola e ristoratrice, rivivono in un contesto emotivo ed ambientale completamente diverso, ma allo stesso tempo del tutto simbiotico, spontaneo e naturale, che è quello delle montagne e dei cieli dell’Irpinia, una terra che rende l’artista americano consapevole di un cerchio che si è concluso e che lo ha reso più completo, cicatrizzando antiche ferite e aiutandolo ad accettare, senza perdersi nel rimorso, il peso dei demoni che gli hanno camminato a fianco, guidandolo, a volte, lungo sentieri che, magari, oggi, non avrebbe mai percorso o avrebbe percorso in maniera totalmente differente.

Ma tutto ciò che non è mai accaduto, tutto ciò che abbiamo sperato, tutto ciò che abbiamo temuto, come pure tutto quello che, adesso, possiamo definire esperienza, si trasforma in melodia, in voce accorata, in trame sonore che possono essere sia bucoliche, che metropolitane, piegandosi, di volta in volta, alle narrazioni di un’America profonda che, improvvisamente, ritroviamo in un fazzoletto di Appennino Campano stretto tra Oriente ed Occidente, tra il verde ed il blu, tra l’antico e il moderno, tra ciò che siamo e ciò che desideriamo, ardentemente, diventare, anche a costo di dover attraversare le fiamme tossiche del fallimento e della depressione, del caos e della solitudine. Da queste testimonianze discende quella maturità che consente a Micah P. Hinson di concepire queste undici visioni musicali riverberanti di amore per la vita, per ogni suo singolo istante.       

Like this Article? Share it!

About The Author

Michele Sanseverino, poeta, scrittore ed ingegnere elettronico. Ha pubblicato la raccolta di favole del tempo andato "Ummagumma" e diverse raccolte di poesie, tra le quali le raccolte virtuali, condivise e liberamente accessibili "Per Dopo la Tempesta" e "Frammenti di Tempesta". Ideatore della webzine di approfondimento musicale "Paranoid Park" (www.paranoidpark.it) e collaboratore della webzine musicale "IndieForBunnies" (www.indieforbunnies.com).

Comments are closed.