sabato, Giugno 25, 2022
Il Parco Paranoico

Hey, President, Leave Them Kids Alone!, Italia A.D. 2022

La classe dirigente italiana, incarnata, in modo esempleare, dalle illogiche e persecutorie norme della sua ortodossa élite politico-sanitaria, ha sposato un unico, subdolo, conveniente ideale e cioè quello di sottomettere il cittadino alla abnorme e abominevole invadenza dello Stato. 

Non è rimasto più nulla della grandezza del passato, nessuna filosofia, nessun diritto, bensì uno sguardo oscurantista rivolto alle peggiori derive teocratiche e ai più oppressivi e illiberali regimi del globo terracqueo, che, nel nome di Dio, della fede, della patria, della famiglia, del lavoro o di principi etici e morali di stampo paternalista, non vogliono fare altro che sottomettere, controllare e manipolare le persone comuni, sempre più ridotte ad una sorta di gregge assuefatto e impaurito.

La prepotenza reazionaria con la quale la politica agisce è resa più forte dalla remissività e dalla acquiescenza dei singoli cittadini, i cui diritti – anche quelli conquistati con i sacrifici e le lotte delle generazioni passate – possono (o debbono?) essere sacrificati sull’altare di quella che, ormai, è la nuova religione sanitaria.

Controllare. Additare. Colpevolizzare. Accusare di negazionismo o complottismo chiunque osi dissentire o mostrare le sue perplessità. Tutto nel nome di un clima di emergenza perenne che, come una fatwā inesorabile, si abbatte su ogni aspetto della nostra vita, compresi quelli che sarebbero dovuti essere i giorni più felici della nostra esistenza, ossia quelli della scuola.

Ed invece le scuole diventano i loro campi di concentramento, luoghi nei quali coltivare i bacilli della paura e della diffidenza; certi, così, che, nascondendo il sorriso dei bambini, avremo, un domani, degli adulti alienati e ottusi, collusi e corrotti, arrabbiati e cattivi, esattamente come lo sono, sempre più spesso, i loro insegnanti e i loro genitori.

Controllare, dunque, mostrarsi, sorridente, soddisfatto e compiaciuto, senza mascherina, in un gruppo di scolari adeguatemente mascherati, così che nuovi mattoni possano essere disposti in quello che è il muro della peggiore classe politica che questo paese abbia mai avuto nella sua storia unitaria e pre-unitaria.

Hey, president, leave them kids alone!

Like this Article? Share it!

About The Author

Michele Sanseverino, poeta, scrittore ed ingegnere elettronico. Ha pubblicato la raccolta di favole del tempo andato "Ummagumma" e diverse raccolte di poesie, tra le quali le raccolte virtuali, condivise e liberamente accessibili "Per Dopo la Tempesta" e "Frammenti di Tempesta" (www.checkpointcharlie.com). Ideatore della webzine di approfondimento musicale "Paranoid Park" (www.paranoidpark.it) e collaboratore della webzine musicale "IndieForBunnies" (www.indieforbunnies.com).

Comments are closed.