domenica, Luglio 21, 2024
Il Parco Paranoico

Ultra​-​Modern Rain EP + Unnecessary Creation EP, The Early Mornings

Due EP che andranno a costituire un album dalle sonorità sghembe ed attraenti, che farà della leggerezza, della immediatezza e delle trame scarne e minimali, ma melodicamente sempre fresche ed interessanti, il proprio tratto distintivo, nonché il cielo terso che sappiamo essere nascosto al di là delle nubi grigie e cariche di pioggia che minacciano le nostre giornate.

Si respira, infatti, tra le trame sonore degli Early Mornings, una indomita e confortante speranza che oltrepassa le derive nichiliste, individualiste ed auto-indulgenti della nostra moderna società e si serve di queste sonorità punkeggianti per ampliare lo spettro cromatico delle nostre stesse esistenze, invitandoci ad aprire gli occhi e a non accontentarci della triste e sciatta realtà bidimensionale nella quale il sistema politico ed economico dominante tenta di obbligarci a vivere. Dobbiamo, piuttosto, renderci conto di quante sono le direzioni, le parole, gli accordi e le scelte a nostra completa disposizione.

È un mondo, dunque, molto più sensibile ed inclusivo di quanto vogliano farci credere questi tristi controllori e le divagazioni pop di Annie Leader, le accattivanti e meditative atmosfere no-wave del trio, la capacità di orientarsi anche in una dimensione sonora più acida, più ossessiva e più maniacale, riflettono, appunto, tutto quello a cui, sempre più spesso, rinunciamo, a volte per paura, a volte per opportunismo, lasciando che siano altri, altrove, ad assumersi la responsabilità delle nostre decisioni e lasciandoci affogare, di conseguenza, in quelli che, col tempo, scopriremo essere dei terribili oceani di noia.

Una sorta di cimitero liquido nel quale, nel migliore dei casi, ci limitiamo a galleggiare, tra le briciole che ci getta il sistema mediatico globalizzato, le sue tossiche ed invasive pubblicità, le sue frasi fatte e i tanti luoghi comuni che aggrappandosi ad idee e concetti sbagliati che tirano in ballo Dio, la famiglia, il lavoro, l’amicizia o l’amore tentano, in qualsiasi modo, lecito e illecito, di sterilizzare le nostre vite e bucarci il cervello, così da infilarci dentro qualsiasi assurda teoria complottista, qualsiasi incubo, qualsiasi stupida convinzione, qualsiasi visione di futuro risulti essere utile ai loro scopi, i quali restano sempre gli stessi: manipolarci, limitarci e mantenerci perennemente in uno stato di apnea esistenziale.

Like this Article? Share it!

About The Author

Michele Sanseverino, poeta, scrittore ed ingegnere elettronico. Ha pubblicato la raccolta di favole del tempo andato "Ummagumma" e diverse raccolte di poesie, tra le quali le raccolte virtuali, condivise e liberamente accessibili "Per Dopo la Tempesta" e "Frammenti di Tempesta". Ideatore della webzine di approfondimento musicale "Paranoid Park" (www.paranoidpark.it) e collaboratore della webzine musicale "IndieForBunnies" (www.indieforbunnies.com).

Comments are closed.