lunedì, Giugno 24, 2024
Il Parco Paranoico

Mare Calmo, Licosa

Mik Brigante Sanseverino Novembre 17, 2023 Dischi Nessun commento su Mare Calmo, Licosa

Un album che ha il sapore di un diario, di pagine e pagine intrise di verità semplici, ma, allo stesso tempo, crude e spiazzanti. La musica dispersa su questi fogli di vita vera, di vita reale, di vita vissuta, arriva dal mare. Un mare con cui, con naturalezza, le nostre anime inquiete riescono ad entrare in sintonia, facendo sì che questi corpi stanchi possano, finalmente, dimenticare tutte le invidie e tutti i rancori che caratterizzano le nostre competitive esistenze, ciò che facciamo, quello che diciamo, il modo, a volte poco cortese, con il quale interagiamo e ci relazioniamo agli altri, ossessionati, come siamo, dal possesso, dal potere, dalla ricchezza.

In questo mare, dunque, possiamo, finalmente, disfarci delle maschere tossiche ed opprimenti che indossiamo quotidianamente, lasciando sì che le sonorità elettroniche e melodiche di questo album, dei suoi nove brani, entrino, con forza e passione, nel nostro vivere e morire quotidiano.

Sono canzoni amare, canzoni dolcemente sghembe, canzoni oblique ed itineranti, canzoni in bilico tra una rivisitazione moderna delle atmosfere suadenti e folkeggianti delle ballad napoletane, una rilettura del cantautorato indie-pop tricolore degli anni Duemila e un mondo di sfumature, di colori, di sapori, di tradizioni, di leggende che affondano le loro indistruttibili radici nella storia millenaria del Cilento. Ed è, proprio qui, in un luogo nel quale sembra che non abbiamo nulla, ma che, invece, ci dona, giorno dopo giorno, tutto quello che, veramente, ci serve, che il mare incontra la terra Una terra di persone comuni, una terra intrisa delle loro delusioni e delle loro solitudini, una terra intrisa del loro orgoglio, di tutti i loro sfoghi e di tutte le loro piccole e grandi rivoluzioni, una terra dalla quale il viaggio sonoro dei Licosa ci conduce alla preziosa consapevolezza che ci rende liberi, che ci rende completi, che ci rende appagati, che ci rende più forti di qualsiasi cielo nero, che ci rende parte di un patrimonio umano, artistico, sonoro e naturale unico. Ed è questo il nostro vero guadagno, quello che dobbiamo, assolutamente, difendere e conservare. Per noi stessi, per gli altri. Per chi c’era prima, per chi verrà dopo.

Like this Article? Share it!

About The Author

Michele Sanseverino, poeta, scrittore ed ingegnere elettronico. Ha pubblicato la raccolta di favole del tempo andato "Ummagumma" e diverse raccolte di poesie, tra le quali le raccolte virtuali, condivise e liberamente accessibili "Per Dopo la Tempesta" e "Frammenti di Tempesta". Ideatore della webzine di approfondimento musicale "Paranoid Park" (www.paranoidpark.it) e collaboratore della webzine musicale "IndieForBunnies" (www.indieforbunnies.com).

Comments are closed.