lunedì, Febbraio 26, 2024
Il Parco Paranoico

Lowland EP, Zugabe

Mik Brigante Sanseverino Maggio 28, 2023 Dischi Nessun commento su Lowland EP, Zugabe

Possiamo ritenerci, sufficientemente, soddisfatti? E, soprattutto, possiamo affermare di essere davvero vivi? Quelli che custodiamo, sono, veramente, i nostri pensieri, i nostri sogni, le nostre emozioni? O si tratta solamente di qualcosa che stiamo pagando a rate, ipotecando, magari, il nostro stesso futuro, la nostra felicità, la nostra salvezza?

“Lowland” si apre, con la sua sfuggente malinconia senza tempo, dinanzi a noi, alle nostre ragioni, ai nostri fraintendimenti, abbracciando i nostri sensi e proiettando, sullo schermo mentale della nostra immaginazione, oltre quelle che sono solamente immagini fisse e definite, l’essenza reale degli oggetti, degli spazi urbani, degli ambienti domestici, dei luoghi aperti e delle persone. Bagliori luminescenti, improvvise esplosioni magmatiche, minacciosi e lugubri presagi, polveri e chitarre barrettiane, panorami introspettivi, trame accattivanti di matrice shoegaze e post-rock, più o meno diluite, più o meno dense, più o meno strutturate, mentre, tutt’intorno a noi, nuove sensibilità – pervase da architetture sonore fantastiche ed oniriche – prendono il sopravvento sull’io, sull’individuo, sul suo linguaggio egoistico ed univoco, sulle sue improbabili e fallaci certezze.

Un’enorme spazio vuoto, oltre ogni ansia materiale, oltre ogni affanno consumistico, oltre ogni sciocca resa, oltre ogni inutile compromesso, uno spazio di riscoperta e rinnovamento che i Zugabe utilizzano per ampliare le proprie percezioni, le proprie esperienze musicali, le proprie conoscenze di un nuovo e prezioso vocabolario di sfumature e di riverberi, di echi e di periferie metropolitane, il cui obiettivo ultimo è ritrovare e conservare tutto quello che ci appassiona, tutto quello che ci rende unici, ma, allo stesso tempo, ci rammenta quanto, in realtà, siamo simili e bisognosi d’un contatto, d’una relazione, d’un cammino comune.

Like this Article? Share it!

About The Author

Michele Sanseverino, poeta, scrittore ed ingegnere elettronico. Ha pubblicato la raccolta di favole del tempo andato "Ummagumma" e diverse raccolte di poesie, tra le quali le raccolte virtuali, condivise e liberamente accessibili "Per Dopo la Tempesta" e "Frammenti di Tempesta". Ideatore della webzine di approfondimento musicale "Paranoid Park" (www.paranoidpark.it) e collaboratore della webzine musicale "IndieForBunnies" (www.indieforbunnies.com).

Comments are closed.