giovedì, Novembre 21, 2019
Il Parco Paranoico
  • This Is The Clash

    Una volta chiesero a Joe Strummer come avrebbe riassunto, in poche parole, cos’erano stati i Clash, se si fosse trovato davanti qualcuno che non li aveva mai ascoltati. “Senti, amico, questa

  • In The Silence Electric, Julie’s Haircut

    I Julie’s Haircut si muovono a proprio agio nelle sonorità psichedeliche, elettroniche e post-rock, dando vita a canzoni nelle quali la soglia del rumore si alza e si

  • Simon Joyner – Live @ Godot Art Bistrot (Avellino, 18/11/2019)

    Simon Joyner si veste di candele da tè, di cuscini, d’una vecchia macchina da scrivere e trasporta i suoi suoni riflessivi e melodici, le sue morbide e accoglienti

  • We Are The People, Lou Reed

    C’è un sogno americano stropicciato, sporco e calpestato; ed è quello che ha descritto e raccontato Lou Reed nei suoi testi; da solo, con i Velvet Underground o

  • Seas Of Titan, Bison Machine

    La band americana, proveniente dal Michigan, ama le atmosfere incandescenti e viscerali del rock grintoso e veloce che fa leva su sonorità hard-blues e psichedeliche, divertendosi a cambiare

  • Al-Mahruqa, Pelegrin

    La cosa più affascinante di questo debutto discografico è l’aver triturato e disseminato quello che è un album a cavallo tra psichedelia e stoner-rock di richiami, suoni, atmosfere

  • QuasAr, Aldi Dallo Spazio

    “QuasAr” è un disco progressive rock – liberamente ispirato alle sonorità ed alle atmosfere degli anni Settanta – nel quale la band italiana si diverte ad amalgamare e

  • Terminalia Amazonia, Zu

    Gli Zu concepiscono il loro nuovo lavoro come un flusso indefinito di sonorità ed atmosfere sintetiche; i tre componenti di una delle più interessanti e fervide band italiane

  • Rituals Of Surrender, Cold In Berlin

    Ci vuole forza per guardare nell’oscurità; nei giorni che infuriano come tempeste dentro di noi e che ci strappano ciò che ci sta a cuore e per cui

  • Ummagumma, Pink Floyd (50 anni)

    Amato ed odiato, esaltato e disprezzato, un guazzabuglio caotico e disordinato di suoni oppure uno dei manifesti più rappresentativi del rock progressivo inglese? “Ummagumma”, nonostante il suo indubbio

I Julie’s Haircut si muovono a proprio agio nelle sonorità psichedeliche, elettroniche e post-rock, dando vita a canzoni nelle quali la soglia del rumore si alza e si abbassa continuamente, in maniera suadente e piacevole, [...]

Amato ed odiato, esaltato e disprezzato, un guazzabuglio caotico e disordinato di suoni oppure uno dei manifesti più rappresentativi del rock progressivo inglese? “Ummagumma”, nonostante il suo indubbio successo di pubblico, sin da quel lontano [...]

C’è un sogno americano stropicciato, sporco e calpestato; ed è quello che ha descritto e raccontato Lou Reed nei suoi testi; da solo, con i Velvet Underground o con i tanti compagni di viaggio che [...]

Simon Joyner si veste di candele da tè, di cuscini, d’una vecchia macchina da scrivere e trasporta i suoi suoni riflessivi e melodici, le sue morbide e accoglienti parole – accoglienti come può esserlo solamente [...]

Posted On Novembre 20, 2019 | Nessun commento su This Is The Clash

Una volta chiesero a Joe Strummer come avrebbe riassunto, in poche parole, cos’erano stati i Clash, se si fosse trovato davanti qualcuno che non li aveva mai ascoltati. “Senti, amico, questa è la band che ha inventato tutto. [...]

I nostri consigli