venerdì, Febbraio 3, 2023
Il Parco Paranoico

Flare, Gold Mass [video]

Mik Brigante Sanseverino Gennaio 15, 2023 Video Nessun commento su Flare, Gold Mass [video]

Trascorriamo intere esistenze a fissare il cortile, sempre dalla medesima finestra, sposando sempre quella che è la medesima, statica prospettiva. Ci sentiamo sicuri nelle nostre assiomatiche certezze, ma, in realtà, siamo più poveri, più soli, più ignoranti. Gold Mass, il progetto sonoro di Emanuela Ligarò, non è solamente l’invito a guardare il cortile dalle altre finestre del palazzo, ma è soprattutto l’invito ad uscire da quel palazzo di giorni che si ripetono – uno identico all’altro – e sentire, in prima persona, com’è davvero fatto quel cortile che rappresenta il mondo intero. 

“Flare”, che anticipa il nuovo album, evidenzia trame ed atmosfere elettroniche abbaglianti, morbide e riflessive. Esse illuminano gli angoli più bui celati nel nostro inconscio, in maniera tale da liberarci da quel substrato di fobie, ansie ed angosce che, spesso, condiziona le nostre scelte quotidiane, impedendoci di avere la forza e il coraggio necessari per scendere in cortile, per muoverci verso il dance-floor, per lasciare che la musica prenda, finalmente, il controllo dei nostri corpi, consentendoci di esplicitare e di mostrare all’esterno quelli che sono i nostri veri sentimenti e le nostre vere necessità, immaginando una vita che sia più luminosa, più colorata e soprattutto fatta da relazioni più vere e significative. Il fatto, infatti, che la componente dance sia più presente ed accentuata rispetto al passato, è, in fondo, un invito a condividere stati fisici, percettivi ed emotivi che, solitamente, abbiamo timore di riconoscere, un po’ perché non vogliamo rischiare ed un po’ perché riteniamo, erroneamente, che il tempo a nostra disposizione sia terminato. Ma il tempo, invece, resterà perennemente dalla nostra parte, dobbiamo solo convincercene e abbracciare e vivere tutti quei sentimenti che possono renderci migliori: l’amore, certo, ma anche la consapevolezza del dolore.

Una spontaneità, quella di “Flare”, che ritroviamo anche nelle immagini che costituiscono il video, testimonianza di quello che è ormai un legame imprescindibile tra il lato più scientifico, tecnologico e razionale della nostra società dell’informazione e quelle che restano le emozioni che scuotono, da sempre, gli esseri umani, i quali rimangono profondamente imperfetti e fragili, ma anche capaci di costruire, appunto, opere condivise di eccezionale bellezza ed armonia. 

Like this Article? Share it!

About The Author

Michele Sanseverino, poeta, scrittore ed ingegnere elettronico. Ha pubblicato la raccolta di favole del tempo andato "Ummagumma" e diverse raccolte di poesie, tra le quali le raccolte virtuali, condivise e liberamente accessibili "Per Dopo la Tempesta" e "Frammenti di Tempesta". Ideatore della webzine di approfondimento musicale "Paranoid Park" (www.paranoidpark.it) e collaboratore della webzine musicale "IndieForBunnies" (www.indieforbunnies.com).

Comments are closed.