lunedì, Febbraio 26, 2024
Il Parco Paranoico

Debris, Bad Pritt

Mik Brigante Sanseverino Aprile 13, 2023 Dischi Nessun commento su Debris, Bad Pritt

Quando la realtà si affievolisce, altre dimensioni emotive, sensuali e sonore possono emergere dall’oscurità delle profondità interiori dell’anima, consentendoci – attraverso queste trame musicali ambient, struggenti, malinconiche e cinematiche – di dare un senso nuovo e diverso al tempo, ai nostri stessi ricordi, allo spazio che siamo abituati a considerare nostro, alle diverse tipologie e forme di connessioni che possiamo stabilire con gli altri e con il mondo circostante.

Non è una perdita di contatto con la modernità, con i suoi contenuti tecnologici, con le azioni e le scelte quotidiane che ci impegnano, con le convenzioni e le norme sociali che ci definiscono e a volte ci limitano, bensì è la consapevolezza – ottenuta anche attraverso loop e trame elettroniche –  di una nuova coscienza di sé.

Una coscienza che si esprime sia attraverso rassicuranti ed avvolgenti melodie di matrice post-rock e dream-pop, sia attraverso passaggi più incisivi ed obliqui che spronano gli ascoltatori a privarsi di tutti gli elementi superficiali che li distraggono e disorientano e cogliere, invece, le presenze e le forze invisibili insite nella natura. Essenze che oltrepassano ogni fine, ogni trauma, ogni perdita, ogni dolore e che ci permettono di metabolizzare, sia individualmente, che collettivamente, lo sconforto, il lutto, l’assenza, l’abbandono, il silenzio, permettendoci, di conseguenza, di riempire il vuoto con queste sette date sonore costituite da synth, pianoforte, archi e chitarra.

Ripartire, ritornare, ricostruire, senza lasciarsi scoraggiare dai detriti che vediamo davanti a noi, perché ogni singolo istante, ogni minuscolo momento, per quanto apparentemente anonimo ed insignificante, può, invece, diventare significativo e trasformarsi nella scintilla minimalista dalla quale far scaturire ed espandere quello che, alla fine, si concretizza come un album spirituale e di speranza.

Like this Article? Share it!

About The Author

Michele Sanseverino, poeta, scrittore ed ingegnere elettronico. Ha pubblicato la raccolta di favole del tempo andato "Ummagumma" e diverse raccolte di poesie, tra le quali le raccolte virtuali, condivise e liberamente accessibili "Per Dopo la Tempesta" e "Frammenti di Tempesta". Ideatore della webzine di approfondimento musicale "Paranoid Park" (www.paranoidpark.it) e collaboratore della webzine musicale "IndieForBunnies" (www.indieforbunnies.com).

Comments are closed.